Un’importante novità per tutti coloro che risiedono nella regione Lazio e vogliono intraprendere una carriera cinematografica, sia nel ruolo di attore che in quello di regista. Infatti con la Determinazione del 19 giugno 2015, numero G07619, la Regione ha approvato i profili formativi e le competenze relative. In altri termini, ha sistematizzato e ufficializzato i profili di attori e registi: quali sono le loro competenze, cosa devono saper fare, quali requisiti e conoscenze devono avere.

Il regista per esempio è colui che è “in grado di curare l’ideazione e la realizzazione di uno spettacolo dal vivo o di un’opera audiovisiva coordinando il lavoro tecnico ed artistico di un gruppo di professionisti (artisti, tecnici e maestranze) che partecipano all’ideazione e alla realizzazione dell’opera”. Le sue aree professionali sono la produzione cinematografica ed audiovisiva e la produzione artistica dello spettacolo dal vivo.

La descrizione che il testo approvato dalla Regione da dell’attore invece è la seguente: “un professionista che interpreta un ruolo in produzioni teatrali e audiovisive combinando tecniche e linguaggi artistici diversi”. Anche le sue aree professionali sono la produzione cinematografica e audiovisiva e la produzione artistica dello spettacolo dal vivo. Quest’atto, che a prima vista potrebbe sembrare una questione di mera burocrazia, ha invece una certa importanza perché per esempio su questa base si regolerà l’offerta formativa di scuole e corsi.

L’atto è stato pubblicato sul BURL (Bollettino Ufficiale Regione Lazio) del 30 giugno 2015, acquisendo a tutti gli effetti di legge valore di notifica per gli interessati. Viene data pubblicazione del profili professionali di Regista e Attore anche nella sezione sul sito della Regione dedicata al Repertorio delle competenze e dei profili formativi. Sarà così possibile per ognuno visionare direttamente l’atto e leggerne con attenzione i dettagli.

La redazione di Socialcasting