Quest'anno lo abbiamo visto, sugli schermi di Canale 5, nella fiction "Non è stato mio figlio" nei panni di un primario. Lui nasce il 21 novembre del 1981. Da adolescente, all'età di 14 anni inizia a muovere i primi passi nel mondo della musica diventando ben presto un dj molto richiesto negli eventi della provincia. Stiamo parlando di Claudio Bondatti.

Quando hai cominciato a lavorare nel mondo della moda?

Avevo 14 anni: ho iniziato a calcare le passerelle indossando abiti casual ed eleganti (il suo forte). Diverse sono state anche le rappresentanze con abiti a tema per vari contesti ed eventi di gala, come ad esempio la riproduzione della "Dolce vita" di Fellini dove ho indossato un abito degli anni Cinquanta, mentre a Villa Ada ho vestito i panni di un carabiniere in Alta Uniforme. Inizio a muovere i primi passi nel mondo del teatro nel 2000. Nella mia città d'origine sono stato uno dei fondatori del teatro e protagonista delle rappresentazioni della Passione vivente dove ha interpretato la figura di Gesù.

Quale diresti essere stato il tuo periodo più fortunato? Nel 2014, quando vengo scelto per fare il poliziotto nella fiction de "L'Onore e il Rispetto 4", dove sono impegnato anche in una scena di colluttazione con il protagonista Tonio Fortebracci, interpretato da Gabriel Garko.

Dove ti vedremo prossimamente?

Sarò anche nella prossima serie de "L'Onore e il Rispetto 5". Presto sarò in una scena de "Il Bello delle donne... alcuni anni dopo". Continuo sempre a studiare e lavorare sulla mia formazione. Lo scorso aprile ho partecipato alla scuola di recitazione con il casting director Roberto Graziosi.

Tanti altri i progetti che lo vedranno protagonista nel NUOVO ANNO. In bocca al lupo!